UTILITA' DEL BUSINESS PLAN
Tempo di lettura: 2 minuti

L’importanza della Pianificazione Strategica

Il Business Plan è il documento in cui gli organi direttivi formulano delle previsioni a livello prospettico sullo stato di salute nel tempo della realtà produttiva in cui essi operano. Esso fornisce la direzione che un determinato contesto deve prendere, rispettando e facendo il possibile per conseguire gli obiettivi di costo, ricavo, entrate, uscite, attività e passività definiti al suo interno. Per questo motivo, il Business Plan assume un’importanza direzionale, nel senso che chi si trova a capo di determinate aree fornisce ai subalterni degli scopi da raggiungere ed in quali tempistiche doverlo fare.

Business Plan in un’ottica esterna

In diverse realtà produttive, specialmente in quelle molto piccole, può accadere che i titolari non abbiano delle competenze ben consolidate per poter effettuare previsioni nel medio-lungo periodo. Per cui essi possono affidarsi a dei consulenti esterni (anche commercialisti) che possono supportarli nel processo decisionale e definitorio di un Business Plan. Questi professionisti, però, devono avere la capacità di prevedere non
solo e non tanto partendo dai dati storici, che comunque sono una valida base di partenza, ma anche in un’ottica di prospettive future, andando a studiare in maniera molto analitica il mercato in cui le realtà produttive operano e come esse si possono collocare al suo interno, se da leader o da followers. Tuttavia, un buon Business Plan deve rispecchiare due requisiti fondamentali:

  • tempestività: ovvero la capacità di prevedere, in anticipo o comunque in maniera
    puntuale, eventuali situazioni favorevoli e/o difficili;
  • accuratezza: i dati contenuti al suo interno devono essere abbastanza fondati e
    devono avere una logica precisa.

STUDIO SPECIALIZZATO IN PIANIFICAZIONE D’AZIENDA


Business Plan anche per ottenere un finanziamento

Tale documento è anche importante al fine di ottenere un finanziamento da parte di un istituto di credito. Quanto più un’attività mostra ottime probabilità di generare valore nel tempo (anche se essa si trova in una fase iniziale), tanto più essa riuscirà ad accedere a delle linee di finanziamento che le consentono di ottenere fin da subito liquidità (altro fattore importante ai fini della valutazione dello stato di salute di una realtà produttiva).

Business Plan come strumento di controllo di gestione

Esso è il principale mezzo con cui si attua l’attività del controllo di gestione, perché va a definire la tabella di marcia che la realtà produttiva deve seguire nel tempo in via preventiva, concomitante e successiva, tenendo conto degli obiettivi di bilancio e delle azioni da rispettare e porre in essere. Ovviamente, laddove si dovessero verificare degli scostamenti tra quanto pianificato e conseguito, si può sempre evidenziare in fase di reportistica perché è stato ottenuto di più o di meno rispetto a quanto ci si era proposti in sede di pianificazione. Oltre a ciò, sempre nei report, è anche possibile descrivere eventuali azioni correttive da porre in essere nel medio-lungo periodo. Il Business Plan non è, però, un documento rigido. Perché in alcuni
casi può anche essere rivisto, specialmente se gli organi direttivi di una realtà produttiva notano che si riesce a conseguire, andare oltre, o meno, nel tempo, quanto era stato pianificato all’inizio.



A CURA DEL DOTT. LORENZO COLICCHIO PER COMMERCIALISTA-CONSULENTE.IT

Utilità del Business Plan

Tel. +39 334 302 5433

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

commercialisti esperti di banche
COMPILA IL FORM PER RICHIEDERE INFORMAZIONI:

    Accetto il trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy

    IL NOSTRO MARKETING E WEB MARKETING E’ CURATO DA:
    Resta Aggiornato: SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL!
    Open chat
    Hai bisogno di aiuto immediato?
    Salve,
    se ha bisogno di aiuto immediato ci contatti pure.