Perché il canone RAI non va più pagato
Tempo di lettura: 3 minuti

Da gennaio 2022 sulle bollette relative all’utenza dell’energia elettrica ritroveremo l’addebito del canone RAI. Ma chi realmente è tenuto al pagamento? La maggior parte dei cittadini guarda ormai la TV su internet ed anche la Rai ha messo a disposizione una propria piattaforma (RayPlay) gratuitamente fruibile. Cosa serve? un semplice TV con cavo HDMI collegabile ad internet.

Perchè il canone rai non va più pagato? Continua a leggere l’articolo per capire se anche tu rientri nella condizione di non dover pagare il canone rai.

Il canone RAI non è un abbonamento ma una vera e propria tassa, introdotta nel lontano 1938, per il possesso di apparecchi atti alle radioaudizioni.

L’importo del canone RAI per l’anno 2022 è stato riconfermato ad euro 90 da corrispondere nel corso dell’anno tramite addebito sulla bolletta dell’energia elettrica. Ciò significa che nel momento in cui viene stipulato un contratto con un fornitore di energia elettrica automaticamente si avrà l’addebito anche del canone Rai, a prescindere dalla detenzione di un apparecchio atto alle radioaudizioni.

Spetterà al singolo cittadino dichiarare di essere esonerato dal pagamento dello stesso.

Esistono delle cause di esonero al pagamento del canone Rai?

Tre sono i casi attualmente previsti di esonero al pagamento del canone Rai:

  1. ultrasessantacinquenni con reddito basso – possono godere della agevolazione per l’utilizzo degli apparecchi televisivi posseduti nella abitazione di residenza i cittadini che hanno compiuto 75 anni, con reddito annuo (proprio e del coniuge) complessivamente inferiore ad euro 8.000,00;
  2. diplomatici e militari stranieri – che per effetto di convenzioni internazionali sono esentati dal pagamento del canone TV;
  3. cittadini intestatari di utenza elettrica residenziale che non detengono la TV.

E’ proprio in merito a quest’ultimo punto che ci soffermeremo nel prosieguo dell’articolo. Perchè il canone Rai non va più pagato? Continua a leggere.

I cittadini, intestatari di un contratto attivo con un fornitore di energia elettrica residenziale, provi di apparecchi televisivi non atti alla ricezione di radiodiffusioni possono presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione per evitare l’addebito del canone in bolletta.

Quali sono gli apparecchi televisivi per i quali è dovuto il canone RAI?

Si definiscono apparecchi televisivi tutti i dispositivi in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale terrestre o satellitare, direttamente, oppure tramite un decoder oppure tramite un sintonizzatore esterno.

La legge del 1938 impone il pagamento dell’abbonamento a chiunque detenga uno o più “apparecchi atti od adattabili alla riczione delle radioaudizioni”.

Gli apparecchi cui si fa riferimento sono dunque, quelli su cui è presente un sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva, ossia un dispositivo idoneo ad operare nelle bande di frequenze destinate al servizio televisivo secondo gli standard previsti nel sistema italiano.

Sono apparecchi atti o adattabili alla ricezione della radiodiffusione ed in quanto tali soggetti al pagamento del canone TV:

  • ricevitori tv fissi , ricevitori tv portatili, ricevitori tv per mezzi mobili, ricevitori radio fissi, ricevitori radio portatili, ricevitori radio per mezzi mobili;
  • terminale d’utente per telefonia mobile dotato di ricevitore radio/tv;
  • riproduttore multimediale dotato di ricevitore radio/tv;
  • videoregistratore dotato di sintonizzatore tv;
  • chiavetta USB dotata di sintonizzatore radio/tv;
  • scheda per computer dotata di sintonizzatore radio/tv;
  • decoder per la tv digitale terrestre;
  • ricevitore radio/tv satellitare_;
  • riproduttore multimediale, dotato di ricevitore radio/tv, senza trasduttori.

Viceversa, il canone rai non si paga per il possesso:

  • degli apparecchi radiofonici;
  • computer;
  • smartphone;
  • tablet;
  • ed ogni altro dispositivo se previ del sintonizzatore per il segnale digitale terrestre o satellitare.

Si badi che gli stessi televisori rientrano in tale ultima classificazione qualora dotati di cavo HDMI, in quanto ciò lascia intendere che il dispositivo può essere connesso ad internet senza l’utilizzo della classica antenna.


COMPILA IL MODULO SOTTOSTANTE SE VUOI RESTARE AGGIORNTO SU BANDI, OPPORTUNITA’ E CONTRIBUTI

    Accetto il trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy


    E se si guarda la TV in streaming?

    Ritornando alla nostra domanda: Perchè il canone rai non va più pagato? la risposta è semplice: perchè la maggior parte degli utenti guarda la tv in streaming, cioè utilizzando internet. E’ la stessa RAI ad avere la piattaforma RaiPlay fruibile gratuitamente dai cittadini con tutto il suo palinsesto.

    E tu cosa aspetti? Se guardi la tv in streaming puoi comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate, tramite l’apposito modulo messo a disposizione dall’Agenzia stessa, il non possesso della TV.

    La dichiarazione sostitutiva dovrà essere presentata di anno in anno. In particolare:

    • se presentata nel periodo compreso tra il 1° luglio al 31 gennaio dell’anno successivo l’esonero del pagamento si avrà per l’intero anno successivo (per esempio, una dichiarazione presentata a dicembre 2021 avrà effetto per tutto l’anno 2022);
    • se presentata tra il 1° febbraio al 30 giugno l’esonero dall’obbligo di pagamento varrà per il secondo semestre dello stesso anno (per esempio, una dichiarazione presentata a maggio 2022 avrà effetto per il secondo semestre del 2022).

    Come va presentato il modello di dichiarazione sostitutiva?

    La domanda può essere presentata direttamente dal contribuente, titolare di utenza elettrica residenziale tramite raccomanda all’Agenzia delle Entrate, tramite professionista abilitato (commercialista o CAF), direttamente tramite l’applicazione web.


    NON ESITARE A CONTATTARE IL NOSTRO STUDIO SE HAI BISOGNO DI CHIARIMENTI


    DESIDERI RIMANERE AGGIORNATO SUI NUOVI BANDI E OPPORTUNITA’ PER AZIENDE E FAMIGLIE?

    CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO E INSERISCI POI LA TUA MAIL!

    Tags

    No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    commercialisti esperti di banche
    COMPILA IL FORM PER RICHIEDERE INFORMAZIONI:
    IL NOSTRO MARKETING E WEB MARKETING E’ CURATO DA:
    Resta Aggiornato: SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL!
    Open chat
    Hai bisogno di aiuto immediato?
    Salve,
    se ha bisogno di aiuto immediato ci contatti pure.