Nuovo Bonus € 2000 Covid-19

Avviso Regione Campania 14 aprile 2020 Contributo a Fondo Perduto di euro 2000,00

RIASSUNTO SCHEMATICO

AVVISO PUBBLICO A FAVORE DELLE MICROIMPRESE ARTIGIANE, COMMERCIALI, INDUSTRIALI E DI SERVIZI PER LA CONCESSIONE DI UN BONUS A FONDO PERDUTO UNA TANTUM IN DIPENDENZA DELLA CRISI ECONOMICO-FINANZIARIA DA “COVID19”

La Regione Campania, al fine di aiutare le micro imprese artigiane, commerciali ed industriali avente sede in Campania ha previsto la concessione di un contributo a fondo perduto pari all’ importo di euro 2.000,00, cumulabile con qualsiasi altro contributo concesso a livello nazionale (compreso il bonus INPS).

AFFIDATI A NOI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

CHI SONO I SOGGETTI BENEFICIARI?

Micro imprese Artigiane, Commerciali, Industriali e di Servizi che:

  • risultino attive e abbiano sede operativa nella Regione Campania;
  • risultino iscritte nelle pertinenti sezioni del Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente;
  • abbiano un fatturato con valori compresi tra € 1,00 e € 100.000,00;
  • non si trovino in situazioni di difficoltà ai sensi dell’art. 2 punto 18 del Regolamento CE 651/2014 alla data del 31 dicembre 2019;
  • esercitino, conformemente alle informazioni desumibili dal Registro imprese del sistema camerale, un’attività economica sospesa ai sensi dei D.P.C.M. 11 Marzo 2020 e 22 Marzo 2020 e delle Ordinanze del Presidente della Regione Campania emanate nell’ambito dell’emergenza Covid 19, sempreché non si siano avvalse delle deroghe di cui all’art .1 comma 1 lettere d) e g) del D.P.C.M. 22 Marzo 2020 e s.m.i (comunicazione al Prefetto per la continuazione dell’attività).

IMPORTO DEL BONUS UNA TANTUM

Il bonus è concesso nella forma di un contributo a fondo perduto una tantum, pari a € 2.000,00 per ciascuna impresa richiedente.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Le domande potranno essere presentate direttamente dalle imprese interessate, dai dottori commercialisti ovvero da un “intermediario” abilitato alla presentazione telematica delle dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate, ai sensi del D.P.R. 22 Luglio 1998, n. 322, art. 3, commi 3 e seguenti (consulenti del lavoro, società tra professionisti di cui all’art. 10 della Legge n. 183/2011, centri di assistenza fiscale per le imprese, associazione sindacale di categoria tra imprenditori di cui all’art. 32, comma 1, lettera a), b) e c), del Dlgs. n. 241/1997, altro soggetto incaricato individuato con Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze).

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDA

Le domande, a pena l’esclusione, dovranno essere compilate on line, accedendo, previa registrazione, al link http://conleimprese.regione.campania.it. e inviate mediante procedura telematica dalle ore 10 del 20 Aprile 2020 alle ore 24 del 30 Aprile 2020.

Tags

7 Responses

  1. Buongiorno, potrei in maniera semplice sapere cosa vuol dire questo punto ? Grazie “si trovino in situazioni di difficoltà ai sensi dell’art. 2 punto 18 del Regolamento CE 651/2014 alla data del 31 dicembre 2019”

    • Ai sensi dell’art 2 punto 18 del Regolamento CE 651/2014 si definisce impresa in difficoltà un’impresa che soddisfa almeno una delle seguenti circostanze:
      a) nel caso di società a responsabilità limitata qualora abbia perso più della metà del capitale sociale sottoscritto a causa di perdite cumulate. Ciò si verifica quando la deduzione delle perdite cumulate dalle riserve dà luogo a un importo cumulativo negativo superiore alla metà del capitale sociale sottoscritto;
      b) nel caso di società in cui almeno alcuni soci abbiano la responsabilità illimitata per i debiti della società, qualora abbia perso più della metà dei fondi propri, quali indicati nei conti della società, a causa di perdite cumulate;
      c) qualora l’impresa sia oggetto di procedura concorsuale per insolvenza o soddisfi le condizioni previste dal diritto nazionale per l’apertura nei suoi confronti di una tale procedura su richiesta dei suoi creditori;
      d) qualora l’impresa abbia ricevuto un aiuto per il salvataggio e non abbia ancora rimborsato il prestito o revocato la garanzia, o abbia ricevuto un aiuto per la ristrutturazione e sia ancora soggetta a un piano di ristrutturazione;
      e) nel caso di un’impresa diversa da una PMI, qualora, negli ultimi due anni:
      il rapporto debito/patrimonio netto contabile dell’impresa sia stato superiore a 7,5 e il quoziente di copertura degli interessi dell’impresa (EBITDA/interessi) sia stato inferiore a 1,0.
      SPERIAMO DI ESSERLE STATI DI AIUTO
      LA INVITIAMO A CONTINUARE A SEGUIRCI

  2. io ho una piccola azienda di ingrosso dolciario codice ateco 46 36 00, ho visto che nell’elenco dei codici ateco non figuro, ma se noi vendiamo i nostri prodotti a pasticcerie , gelaterie e torronifici e laboratori dolciari, e tutte queste attività sono state chiuse, mi sembra strano che noi non rientriamo, e una cosa senza logica, e come restare aperto il rivenditore di pezzi di ricambi e chiudere i meccanici, se mi potete dare una delucidazione in merito grazie e scusate del disturbo

    • Salve, abbiamo inviato la risposta via mail. La riportiamo qui di seguito
      Effettivamente il codice ateco 46.36.00 è una delle attività per le quali non è stata prevista alcuna sospensione (nell’allegato A del Decreto del 25 marzo 2020 il codice ateco 46.3 è indicato tra le attività non sospese ed allo stesso modo non sono state emanate ordinanze regionali che né prevedono la sospensione).

      Posto che nell’Avviso regionale per la concessione del bonus una tanto covid a favore delle microimprese è espressamente richiesto “di esercitare, conformemente alle informazioni desumibili dal Registro imprese del sistema camerale, un’attività economica sospesa ai sensi dei D.P.C.M. 11 Marzo 2020 e 22 Marzo 2020 e delle Ordinanze del Presidente della Regione Campania emanate nell’ambito dell’emergenza Covid 19”, sfortunatamente Lei non si trova nella condizione di presentare domanda.

      Le ricordo che l’INPS ha previsto un bonus di 600,00 per il mese di marzo (che con molta probabilità verrà riproposto anche per il prossimo mese) i cui requisiti d’accesso sono meno stringenti.
      CONTINUI A SEGUIRE IL SITO DEL NOSTRO STUDIO

      • Buonasera, volevo sapere se posso richiedere il bonus microimpresa regione Campania considerato che il codice ateco della mia attività è 85.10.00 (scuola dell’infanzia privata).
        Grazie

        • L’accesso al bando è consentito, previa esistenza degli altri requisiti, esclusivamente per le imprese che abbiano attivo, presso il competente registro imprese, un codice ATECO relativo alle attività sospese a seguito dei DPCM 11/03/2020 (allegati 1 e 2) e nel DPCM 22/03/2020 e a seguito delle Ordinanze regionali. A sensi del D.P.C.M. del 22/03/2020 l’attività di istruzione (codice ateco 85) non è sospesa e quindi sfortunatamente la domanda non potrà essere presentata. Per un riscontro puntuale le ricordiamo che è possibile chiedere chiarimenti direttamente alla regione campania al seguente indirizzo: bonusmicroimprese@regione.campania.it
          LA RINGRAZIAMO PER LA SUA PREZIOSA VISITA E LA INVITIAMO A CONTINUARE A SEGUIRE GLI ARTICOLI DEL NOSTRO STUDIO

  3. Buonasera, volevo sapere se posso richiedere il bonus microimpresa regione Campania considerato che il codice ateco della mia attività è 85.10.00 (scuola dell’infanzia privata).
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCOPRI CHI SIAMO
Come trovarci

Indirizzo
Via Acquafredda, 12
82100 Benevento (BN)

Orari
LUNEDI’-VENERDI’
mattina: 10:00–13:00
pomeriggio: 16:00-19:00

Telefono
0824-1770189

E-mail
info@commercialista-consulente.it

Open chat
Hai bisogno di aiuto immediato?
Salve,
se ha bisogno di aiuto immediato ci contatti pure.