consulenza associazioni

L'attività di consulenza associazioni offerta dallo studio ha quale obiettivo quello di supportare quanti decidono di associarsi per il perseguimento di uno scopo comune non lucrativo facendo chiarezza sulle norme in vigore, sugli adempimenti obbligatori, sulle agevolazioni previste, fornendo informazioni, assistenza e consulenza fiscale, gestionale e strategica.

 

Associazioni

L'associazione è un'organizzazione stabile, formata da una pluralità di persone (o enti) che, avvalendosi di un patrimonio, persegue uno scopo comune, non lucrativo e meritevole alla luce dei principi fondamentali. 

Uno dei fenomeni più importanti sul piano sociale è quello associativo, giacchè soddisfa l'innata tendenza degli individui a riunirsi in organizzazioni.

Lo stesso Costituente si è preoccupato di riconoscere e garantire i diritti inviolabili dell'uomo sia come singolo sia nelle formazioni sociali (art. 2 Cost.); sancendo il diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale (art. 18, primo comma, Cost.); proibendo soltanto le associazioni segrete e quelle che perseguono, anche indirettamente, scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare (art. 18, secondo comma, Cost.).

Il Codice Civile affronta il tema dell'associazionismo in pochi articoli (artt. 14 - 42).

In particolare, gli articoli 14-35 disciplinano le associazioni riconosciute e le fondazioni, ossia enti con personalità giuridica, in cui prevale l'aspetto personale (gli associati, nelle associazioni) o l'aspetto patrimoniale (il patrimonio destinato al perseguimento di uno scopo, nelle fondazioni).

Gli articoli 34 - 42 disciplinano, invece, le associazioni non riconosciute (ossia senza personalità giuridica) ed i comitati (organizzazioni di cittadini che perseguono un unico scopo in un tempo limitato).

Che differenza c'è tra associazione non riconosciuta e associazione riconosciuta?

Le associazioni possono operare come associazioni non riconosciute e come associazioni riconosciute.

Associazione non riconosciuta

L'associazione non riconosciuta o di fatto è un ente composto da più persone associate tra loro che non hanno richiesto il riconoscimento della personalità giuridica ovvero che non l'hanno ottenuto oppure per il quale è ancora in corso il relativo provvedimento. Gli elementi caratterizzanti un'associazione non riconosciuta sono:

  1. assenza della personalità giuridica;
  2. autonomia patrimoniale imperfetta: per le obbligazioni dell'associazione rispondono anche personalmente e solidalmente le persone che hanno agito in nome e per conto dell'associazione; i creditori potranno soddisfarsi direttamente sul patrimonio personale di chi ha agito in nome e per conto dell'associazione, senza dover preventivamente escutere il fondo comune;
  3. la vita associativa si basa sull'accordo raggiunto tra gli associati per il quale non è prevista alcuna particolare formalità;in genere, tuttavia, si tende ad adottare la forma della scrittura privata autenticata o dell'atto pubblico o della scrittura privata registrata al fine di beneficiare delle agevolazioni previste dalle leggi. 

Associazione riconosciuta

Le associazioni riconosciute sono enti, costituiti da una pluralità di soggetti che perseguono uno scopo comune, che hanno chiesto (ed hanno ottenuto) dall'autorità amministrativa competente il riconoscimento per conseguire la personalità giuridica. Le associazioni riconosciute si caratterizzano:

  1. per la personalità giuridica: capacità di essere titolare di diritti ed obblighi in modo completamente autonomo rispetto ai membri che costituiscono l'associazione;
  2. per l'autonomia patrimoniale perfetta: il patrimonio dell'associazione si presenta distinto ed autonomo rispetto agli associati e amministratori; limitazione della responsabilità degli amministratori per le obbligazioni assunte in nome e per conto dell'associazione;
  3. per benefici previsti dalla legge, come la possibilità di richiedere contributi da parte di enti pubblici, possibilità di ricevere eredità o donazioni o comprare immobili;
  4. per la costituzione è necessario che l'atto costituivo sia redatto per atto pubblico e registrato presso l'ufficio dell'Agenzia delle Entrate.