Ammortamento alla Francese il mutuo diviene gratuito
Tempo di lettura: 2 minuti

Le analisi finalizzate a determinare la presenza di usura in un rapporto di finanziamento (es. Mutuo) devono tenere in considerazione anche il c.d. “costo occulto” insito nella applicazione dei sistema di Capitalizzazione Composta degli Interessi.

L’Ammortamento alla Francese è un sistema di ammortamento a quote costanti che prevede l’applicazione di interessi non in regime di capitalizzazione semplice ma in regime di capitalizzazione composta. L’applicazione di tale sistema ha rivelato che il costo EFFETTIVO del prestito, risulta essere superiore rispetto al tasso indicato nel contratto.

Pertanto nel ridefinire, con un esperto in contenzioso bancario, il costo EFFETTIVAMENTE applicato (non quello dichiarato) bisogna tener in considerazione anche il c.d. “costo occulto” del sistema di Ammortamento alla Francese.

Tale costo occulto è pari alla differenza di costo tra l’importo della rata a quote costanti tipica dell’ammortamento alla francese (capitalizzazione composta) e la rata calcolata in regime di capitalizzazione semplice.

Per la determinazione del tasso di interesse usurario si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate alla erogazione del credito.

CODICE PENALE articolo 644, comma IV

Quindi, nel momento in cui, dopo aver RICALCOLATO il reale costo del Mutuo, si è in presenza di Usura Oggettiva la clausola per la pattuizione degli interessi sarà dichiarata nulla come stabilito dall’articolo 1815 c.c. e gli interessi percepiti dalla Banca diventeranno così illegittimi e dovranno essere restituiti.

Emblematica la recente sentenza del Tribunale di Roma sez. civile 21 gennaio- 8 febbraio 2021 n. 2188, che ha condannato l’istituto di credito alla restituzione di € 13.060,60 pari appunto agli interessi versati dal mutuatario oltre alle spese legali.

Gli Istituti di Credito, al fine di comunicare un tasso di interesse applicato RELATIVAMENTE BASSO, sono soliti indicare il tasso in regime di capitalizzazione composta, il quale non coincide con il tasso applicato in regime di capitalizzazione semplice.

Quando l’ammortamento è progettato secondo il sistema della capitalizzazione composta come nel caso dell’applicazione del metodo c.d. “alla francese”, l’esperto provvederà a ricostruire il rapporto in regime di capitalizzazione semplice.

La differenza di tasso coinciderà proprio con il maggior costo e andrà così inserita nel calcolo del TEG, incrementando il tasso reale applicato e portando alla luce (in caso di superamento del tasso soglia) l’esistenza di usura; ciò implicherà la gratuità del rapporto a tutto vantaggio del mutuatario.


Commercialista esperto Bancario

Antonio Catalano

Dottore Commercialista ed Esperto Contabile


SCOPRI DI PIU’ SUL NOSTRO STUDIO

Tags

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

commercialisti esperti di banche
COMPILA IL FORM PER RICHIEDERE INFORMAZIONI:
IL NOSTRO MARKETING E WEB MARKETING E’ CURATO DA:
Resta Aggiornato: SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL!
Open chat
Hai bisogno di aiuto immediato?
Salve,
se ha bisogno di aiuto immediato ci contatti pure.